Eliminare il glutine: serve veramente?

Molti si chiedono se effettivamente l'intolleranza al glutine sia un problema molto più diffuso di quello che si pensa a livello clinico. Infatti, l'intolleranza al glutine viene vista come un'opportunità per coloro che si trovano a doverla affrontare, anche per perdere peso facilmente eliminando dalla propria alimentazione alcuni cibi che sono ricchi di zucchero e quindi finiscono per diventare un problema per chi vuole mantenere il peso forma. È chiaro che questo tipo di discorso però, viene affrontato con senso critico in quanto, eliminare il glutine dalla propria alimentazione può avere dei vantaggi ma anche degli svantaggi. Innanzitutto, bisogna capire quando si parla di intolleranza al glutine a cosa ci si riferisce.

Perché eliminare il glutine e l'utilità

I principali esperti del settore alimentare sconsigliano di eliminare il glutine dalla propria dieta meno che non ci sia effettivamente una comprovata intolleranza. Eliminare questa sostanza dalla propria alimentazione può essere controproducente per l'organismo e potrebbe creare una serie di problemi e difficoltà ad alcuni funzioni essenziali del corpo. Il glutine è una sostanza di tipo proteico che è presente in diversi tipi di cereali ed è anche usata spesso come legante per tenere insieme gli ingredienti e quindi si trova, ad esempio, in cioccolato, zuppe pronte o sughi.

Nell'organismo dei celiaci ovvero di coloro che hanno un'infiammazione cronica all'intestino tenue che è dovuta all'abuso di glutine, questa sostanza può scatenare una risposta autoimmune e quindi che andrebbe a danneggiare la mucosa intestinale che in questo modo potrebbe compromettere la assunzione di nutrienti. Se rientri tra le persone che soffrono di celiachia navigando nel sito https://www.dietefacili.com potrai trovare parecchie ricette per preparare pasti privi di glutine.

Coloro che non soffrono di questa intolleranza, possono però consumare tranquillamente il glutine senza dover pensare che magari eliminarlo potrebbe essere una scelta giusta. Secondo le ultime ricerche infatti sembrerebbe che eliminare la sostanza sia davvero una sciocchezza in quanto si tratta di un cibo che è molto utilizzato dal corpo. L'organismo si nutre normalmente di questa sostanza. Coloro che non sono celiaci si tolgono il glutine dalla propria alimentazione e possono andare incontro a dei rischi soprattutto, per quanto riguarda la salute del sistema immunitario e quella batterica dell'organismo. Ci potrebbe essere infatti una compromissione se si mette in campo questo tipo di alimentazione in maniera non necessaria. I nutrizionisti sono tutti concordi sul fatto che la dieta senza glutine per le persone non celiache può portare anche delle carenze di tipo nutrizionale, oltre ad una serie di rischi per la salute soprattutto nei bambini.

Rinunciare al glutine non fa neanche dimagrire e quindi se è vero che spesso eliminare questo cibo può portare a una diminuzione di calorie ingerite, è anche vero che non c'è una stretta relazione in questo senso.